COS’E’ IL “BUONO SCUOLA

La Regione Toscana, ai sensi della Legge Regionale n.54 del 2013, ha approvato un provvedimento di sostegno alle famiglie toscane che, rientrando in alcune delle fasce di reddito secondo i parametri ISEE della Regione Toscana, avranno la possibilità di vedersi scontare parte della retta mensile di frequenza per la Scuola dell’Infanzia Paritaria a gestione privata cui sono iscritti i loro figli.  

COME FUNZIONA IL “BUONO SCUOLA

Dopo aver verificato di rientrare in una delle fasce ISEE inferiori ai 30.000 € (Attenzione! Il parametro ISEE non è equivalente al “reddito” ma il risultato di un calcolo che considera numerosi elementi) la famiglia potrà segnalare al Comune nel quale la Scuola dell’Infanzia ha sede la propria richiesta per il buono scuola. In questo modo la famiglia otterrà uno SCONTO FINO A 100 EURO MENSILI sulla retta di frequenza. (L’entità del buono sarà determinata in base alla fascia di appartenenza)

QUINDI… 2 BUONE NOTIZIE

1) Sarà possibile per molte famiglie recuperare parzialmente o totalmente le spese di frequenza per la Scuola dell’Infanzia Paritaria

2) Entra in vigore uno strumento che garantisce una maggiore libertà di scelta per le famiglie toscane indipendentemente dalle possibilità economiche e viene garantita la presenza di un sistema di educazione integrato pubblico-privato

PER MAGGIORI INFORMAZIONI E’ POSSIBILE RIVOLGERSI ALLA SEGRETERIA DELLA SCUOLA

SUL SITO DELLA REGIONE TOSCANA SONO PUBBLICATI I DOCUMENTI RELATIVI AL PROVVEDIMENTO “BUONO SCUOLA”

www.regione.toscana.it/cittadini/educazione-e-istruzione